29 Ottobre 2013 di Emanuele LubattiIntervistaTI

Esclusiva IS, Vuthaj: "Serie A? Dipende tutto da me"

Tifosissimo del Milan e grande ammiratore di Ronaldo: intervista al giovane attaccante rossoblù che sogna il grande calcio
Picture
Dardan Vuthaj, Primavera Genoa
Dardan “Dadi” Vuthaj (albanese, classe’95  e prima punta del Genoa primavera) è un ragazzo di cui forse sentiremo parlare presto. Il suo profilo rientra infatti bene nella categoria “giovani promesse” del nostro calcio. Passato in pochi anni dal vestire la maglia del Tre Valli a Branzola (piccolo sobborgo in provincia di Cuneo) a essere titolare con la maglia del Grifone negli allievi nazionali, ne ha fatta quindi molta, moltissima di strada. Un mancino chirurgico ed un gran senso del gol lo hanno poi sospinto pure nel giro della nazionale albanese under 19, con cui ha disputato gli europei del 2012, affrontando, tra l’altro, anche l’Italia nella fase a gironi. Lo abbiamo intervistato in ESCLUSIVA.

Partiamo però dall’inizio di tutto quanto: da bambino per che squadra tifavi e chi era il tuo idolo?
"Sono sempre stato fin da piccolo tifoso del Milan e lo sono tutt’ora. Il mio idolo era invece Ronaldo “il fenomeno”( non Cristiano ndr): mi piaceva molto il suo modo di giocare e di segnare".

A chi devi maggiormente la tua esplosione a questi livelli?
"Di sicuro la mia esperienza a Savona ( nella scorsa stagione 9 gol in 12 presenze con la primavera e anche due apparizioni in prima squadra con i biancoblu) mi ha fatto crescere molto e di questo devo ringraziare il mister Ninni Corda". 

Tanto che quest’estate si parlava molto di te anche in termini di mercato….cosa puoi dirci a proposito?
"Si, mi sono arrivate proposte da squadre di serie B ed anche da club stranieri,  ma alla fine sono ritornato al Genoa, proprietaria del mio cartellino e di questo sono molto contento. Adesso sono qui, poi un domani si vedrà". 

Il momento fin qui più bello della tua giovane carriera?
"Mi vengono in mente due cose. Di sicuro la convocazione in nazionale per gli europei under 19: la nazionale per un giocatore è l’obiettivo al quale si tende sempre e io sono riuscito a raggiungerlo, vivendo un’esperienza molto importante per la mia crescita calcistica e per la mia reputazione. Poi naturalmente la riconferma al Genoa".

Cosa non ti piace del calcio di oggi?
"Io son dell’idea che chi merita deve giocare, ma non è dappertutto così, purtroppo. Pesano molte volte anche le conoscenze personali e le raccomandazioni". 

Da attaccante ad attaccante viene spontaneo in questo periodo parlare di Mario Balotelli, sempre nell’occhio del ciclone. Cosa ne pensi di lui?
"Balotelli è un ottimo giocatore e penso che se seguisse di più i consigli degli altri sarebbe ancora più forte".

Scaramanzia a parte, quanto senti vicina la serie A?
"Ora come ora non so se è lontana o vicina, ma so che dipenderà tutto da me".

Vuthaj: segnatevi questo nome. Ne riparleremo fra un paio d’anni… .
Gli Autogol su IS
Iscrivi alla NewsLetter!
Sei una promessa dello sport e nessuno lo sa?

Ti chiamano "fenomeno" ma nessuno ti intervista?

Raccontaci la tua storia, lo faremo noi!
Seguici su...
Ricerca
Facebook
Le foto presenti su "intervistasportiva.com" sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo a redazione@intervistasportiva.com e provvederemo prontamente alla rimozione.
The pictures on "intervistasportiva.com" are taken in part from the web, and thus considered to be public. If the subjects or the authors disagree with the publication. They can report that to redazione@intervistasportiva.com. We will promptly remove them.


Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.