27 Febbraio 2012 di Marco BarzizzaBig
A metà anni ’90 sei stato protagonista di un'inchiesta-passaporti, si pensava che il tuo fosse falso (in quei tempi diversi atleti arrivavano in Italia con documenti falsi). Sei stato poi considerato innocente. Ora, dopo anni, lo puoi dire: hai davvero un antenato della provincia di Catania?
“Confermo, è vero e con gli anni è stato dimostrato. E’ stata una faccenda fastidiosa che poi col tempo ha evidenziato la mia innocenza”.

Cosa avresti voluto di più dalla tua carriera cestistica: vincere di più, arrivare in Nba o giocare in qualche blasonato club europeo?
“Vincere di più con le squadre in cui ho giocato”.

Qual è il compagno che ricordi con più affetto?
“Sono tantissimi e sicuramente me ne dimentico qualcuno, ma su due piedi mi vengono in mente Dan Gay, Milton Nucci, Alberto Causin, Diego Zivic, Jack Galanda”.

Quello più forte?
“Mike Mitchel”.

L’avversario più forte contro cui hai mai giocato?
“Magic Johnson e Dominique Wilkins”.

L’allenatore che ti ha insegnato di più?
“Finelli, Tanjevic, Lombardi”.

Quello che “odiavi” di più?
“Nessuno, ma a qualcuno non andavo giù”.

Eri uno a cui piaceva allenarsi tutti i giorni, oppure dopo un po’ ti stufavi?
“Mi sono sempre allenato duro perché sapevo che da qualche parte c’era qualcuno che si allenava più forte di me. Ho sempre pensato che l’applicazione, l’allenamento, la dedizione nel proprio lavoro fossero elementi fondamentali”.

Cos’ha di meglio il Brasile rispetto all’Italia?
“Le spiagge e poi qui non c’è mai la neve”.

A livello sportivo Brasile e Italia hanno una cosa in comune: entrambe amano enormemente il calcio, un po’ meno la pallacanestro. A te piace il calcio?
“Tantissimo, sono tifoso del San Paulo qui in Brasile e in Italia del Milan”.

Giustamente, la squadra storicamente più “brasiliana”. Non pensi che invece il basket potrebbe e dovrebbe avere più spazio, anche e soprattutto su giornali e televisioni?
“Si, penso che le società debbano investire di più nei vivai e seguire l’esempio della Spagna e diffondere di più la pallacanestro in tv, ma è evidente che in Italia si viva maggiormente di calcio per cui è difficile che ciò accada”.

Segui il campionato italiano di basket? Chi vincerà lo Scudetto?
“Siena ha un gran gruppo ma penso che Milano, Cantù, Bologna e Treviso siano squadre che possono arrivare fino in fondo”.

Se tu fossi un dirigente di un club di basket italiano cosa faresti per rendere il nostro basket migliore? (Qui la cosa che si critica più spesso è la mancanza di progetti a lungo termine. Eccetto Siena nessuno sembra in grado di farne).
“Come ho detto prima: seguire l’esempio della Spagna e investire nei vivai. Se hai una base solida tutti possono trarne profitti, principalmente i club e la nazionale”.

Chi è il favorito per l’Eurolega?
“Barcellona e Panathinaikos, che hanno allenatori vincenti. Ma io faccio il tifo per le squadre italiane”.

E invece in Nba, simpatizzi per qualcuno?
“Da piccolo ero tifoso dei Bulls, causa MJ”.

Chi credi possa vincere l’anello?
“Miami in questo inizio ha dimostrato di aver imparato qualcosa dall’ultima finale persa contro Dallas. Credo che loro siano i favoriti”.

Meglio Kobe Bryant, LeBron James o Derrick Rose?
“Kobe è il più vincente, ha il killer instinct”.

Chi più forte tra questi: Jordan, Magic o Kobe?
“Magic, ha rivoluzionato gli anni 80 con il suo talento e la sua mentalità vincente”.

Per chiudere. Qual è il più grande desiderio di Marcelo Damiao per il futuro, sotto tutti i punti di vista?
“Essere felice e vivere in serenità con la mia famiglia. Purtroppo poco più di un mese fa la mia compagna (Sheila, ndr.) ha perso i nostri gemelli (era in attesa di 4mesi, ndr), ma spero in futuro di averne altri. Sono sicuro che con la benedizione di Dio tutto ciò sarà possibile”.
Gli Autogol su IS
Iscrivi alla NewsLetter!
Sei una promessa dello sport e nessuno lo sa?

Ti chiamano "fenomeno" ma nessuno ti intervista?

Raccontaci la tua storia, lo faremo noi!
Seguici su...
Ricerca
Facebook
Le foto presenti su "intervistasportiva.com" sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo a redazione@intervistasportiva.com e provvederemo prontamente alla rimozione.
The pictures on "intervistasportiva.com" are taken in part from the web, and thus considered to be public. If the subjects or the authors disagree with the publication. They can report that to redazione@intervistasportiva.com. We will promptly remove them.


Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.