8 Maggio 2014 di Maurizio MaiocchiSerie A

Le bizze di Conte e il mercato bianconero

Le ultime dichiarazioni del tecnico juventino spaventano i tifosi della Signora. Il salentino vorrebbe grandi colpi in sede di mercato: la società, per tenerselo stretto, lo accontenterà?
Picture
Foto tratta da sport.sky.it / Getty
Le dichiarazioni di Conte nel post partita di Juventus – Atalanta stanno facendo parecchio discutere in questi giorni, tra chi prova a dire quali garanzie chiederà alla società per il prossimo anno e chi invece ha già scatenato il toto-allenatore per determinare un suo successore. Nello specifico la sua intervista può essere riassunta in una breve frase: “Rapporti fantastici con Agnelli e Marotta ma il gap in Europa è difficilmente colmabile, prenderò le mie decisioni”. Per chi vive e scrive di sport, parole così sono una manna dal cielo; vorremmo però leggere queste dichiarazioni in rapporto alle passate interviste dell’allenatore salentino ed al suo modo di approcciarsi alla stampa.

NANI E SANCHEZ - Per chi ben ricorda, parole simili furono pronunciate anche alla fine della scorsa stagione, quando Conte chiese un confronto con la società, per capire se (giustamente) le sue richieste potevano essere soddisfatte: chiese un top in attacco ed arrivò Tevez, ma per quanto riguarda l’esterno si preferì rimanere così, rimandando il cambio di modulo. Quello che ci sembra ovvio è che in una società come la Juventus, come nella maggior parte dei club di alto livello, il mercato si programma con grande anticipo rispetto all’apertura ufficiale. Conte sa benissimo quali giocatori potrebbero arrivare, quali partire e quali restare, così come la società sa già da tempo quali sono le richieste del suo allenatore. Sulla base di ciò, sembra davvero difficile che Conte decida di andarsene perché non accontentato in sede di mercato; o meglio, se così fosse avrebbe già preso da tempo la sua decisione. Nani (suo pupillo) pare già preso, per Sanchez è noto che ci sia in ballo una trattativa con il Barcellona, stessa cosa vale per Lulic; insomma, il cambio di modulo avverrà e gli obiettivi di mercato sono noti da tempo.

CONTE FA LE FINTE - Tornando sul Conte personaggio, va ricordato che a fine agosto parlò di indebolimento in seguito alle cessioni di Matri e Giaccherini; il primo ha fallito al Milan per poi vivere una seconda parte di stagione di poche luci e molte ombre a Firenze, mentre il secondo sta tutt’ora lottando per la salvezza al Sunderland, finendo spesso in panchina. Insomma, chiamiamola pretattica se volete, ma è la dimostrazione che certe dichiarazioni di Conte vanno prese con le pinze. Ed è probabile che anche questa volta il tecnico salentino abbia preferito attirare su di sé le attenzioni della stampa per far passare sotto traccia qualcos'altro, in stile un po’ mourinhano (non si arrabbino troppo i tifosi interisti). Se davvero deciderà di lasciare la guida della Juventus, allora probabilmente era una decisione presa già da mesi e rimandata al finale di stagione, ma allora lunedì sera difficilmente avrebbe chiuso con un “Ci devo pensare”. Si plachino dunque gli animi, si fermino le scommesse sui successori e su tutti i possibili scenari, questo è un film che abbiamo già visto un anno fa.
Gli Autogol su IS
Iscrivi alla NewsLetter!
Sei una promessa dello sport e nessuno lo sa?

Ti chiamano "fenomeno" ma nessuno ti intervista?

Raccontaci la tua storia, lo faremo noi!
Seguici su...
Ricerca
Facebook
Le foto presenti su "intervistasportiva.com" sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo a redazione@intervistasportiva.com e provvederemo prontamente alla rimozione.
The pictures on "intervistasportiva.com" are taken in part from the web, and thus considered to be public. If the subjects or the authors disagree with the publication. They can report that to redazione@intervistasportiva.com. We will promptly remove them.


Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.