26 Settembre 2013 di Maurizio MaiocchiCalcio

Adriano vicino al ritiro

L'ex giocatore di Inter e Roma è prossimo a ritirarsi all'età di 31 anni. Una carriera cominciata con grandi presupposti e finita anzitempo per la mancanza di aiuto e volontà: un giocatore rovinato da alchool e festini
Picture
Foto tratta da Facebook
Sono di pochi giorni fa le voci che vorrebbero Adriano Leite Ribeiro, centravanti brasiliano classe 1982, ormai prossimo al ritiro all'età di soli 31 anni. A chi ha seguito le ultime vicissitudini dell'Imperatore la notizia potrà sembrare quasi scontata, inevitabile, ma a differenza di molti suoi connazionali che alla soglia dei 30 anni hanno perso smalto, l'ex-centravanti di Inter e Roma non sembra aver mai fatto nulla per evitare che la sua carriera volgesse verso una fine così poco gloriosa. Per descrivere al meglio la situazione attuale di Adriano è sufficiente una foto pubblicata pochi giorni fa su Facebook dalla pagina “Chiamarsi Bomber tra amici senza apparenti meriti sportivi” e che subito ha fatto il giro del web; qui (foto sopra) vediamo un Adriano in condizioni fisiche a dir poco imbarazzanti, evidentemente in sovrappeso. Al di là dei commenti goliardici che subito la rete gli ha riservato (“Implacabile sotto torta”, “Si è mangiato troppi goal”) non può certo stupire il fatto che l'Imperatore sia fermo ormai da più di un anno e che tutte le trattative imbastite quest'estate con le squadre interessante al suo ingaggio siano sfumate.

NON LO VUOLE PIU' NESSUNO - Già, perché dopo un anno passato al Corinthias, dove tra infortuni, condizione atletica scarsa e poca disciplina ha racimolato solo 8 presenze e 2 goal, Adriano aveva firmato nell'agosto del 2012 per il Flamengo, la squadra che lo aveva visto rinascere nel 2010. Con i rossoneri di Rio de Janeiro però non scende mai in campo e al momento della rescissione del contratto, nel novembre scorso, vediamo l'attaccante brasiliano in condizioni fisiche sempre più precarie. Da quel momento comincia il lungo periodo di inattività che dura fino ad oggi; non sono però mancate le offerte, tra cui l'América e il Palmerias, concluse entrambe in un nulla di fatto. L'ultima risale a questa estate, quando Adriano sembrava in procinto di firmare con l'Internacional. Dopo le visite mediche però, il club di Porto Alegre ha deciso di non tesserare l'Imperatore dato che i tempi per rimetterlo in forma e renderlo in grado di giocare sarebbero stati troppo lunghi.

TALENTO SPRECATO - Adriano è dunque il classico esempio che nel calcio non conta soltanto il talento, ma anche la testa, le motivazioni ed il carattere. Tutti ci ricordiamo di lui come un calciatore assolutamente devastante ai tempi dell'Inter pre-2006: una vera e propria forza della natura, un attaccante completo e uomo immagine della squadra, convocato regolarmente nella nazionale brasiliana di Dunga. La crisi arriva paradossalmente quando inizia il ciclo vincente dell'Inter: dopo lo scudetto vinto a tavolino la società milanese può attuare una grandiosa campagna acquisti, approfittando dei prezzi di saldo di alcuni giocatori, portando solo in attacco gente del calibro di Ibrahimovic e Crespo. La concorrenza si fa evidentemente sentire e a poco a poco Adriano perde il posto, andando poi in prestito al San Paolo nel 2008. Travagliati sono anche gli anni successivi con Mourinho all'Inter, poi al Flamengo e alla Roma di Ranieri: alti e bassi in campo e vita spericolata fuori tra festini e donne. L'ultima bravata è il rifiuto di sottoporsi ad un alcool-test della polizia brasiliana. Un finale di carriera (o una carriera stessa) davvero poco dignitosa per un calciatore che aveva il talento per diventare uno dei migliori nel suo ruolo.
Gli Autogol su IS
Iscrivi alla NewsLetter!
Sei una promessa dello sport e nessuno lo sa?

Ti chiamano "fenomeno" ma nessuno ti intervista?

Raccontaci la tua storia, lo faremo noi!
Seguici su...
Ricerca
Facebook
Le foto presenti su "intervistasportiva.com" sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo a redazione@intervistasportiva.com e provvederemo prontamente alla rimozione.
The pictures on "intervistasportiva.com" are taken in part from the web, and thus considered to be public. If the subjects or the authors disagree with the publication. They can report that to redazione@intervistasportiva.com. We will promptly remove them.


Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.