26 Aprile 2018 di Fabio SacchiEurolega

Il Fenerbahce stacca il biglietto per la Final Four

I ragazzi di Obradovic raggiungono il +20 ad inizio terzo periodo, subiscono un parziale di 15-1 da parte del Baskonia, ma poi vincono in maniera autoritaria (82-93). Quarta F4 consecutiva per i gialloneri.
Picture
Fenerbahce
Dopo aver riaperto la serie in gara 3, portare a casa un’altra vittoria per il Baskonia non sembrava così un’utopia, soprattutto in casa. Ma quando il Fenerbahce è in giornata è davvero difficile superarlo e il finale del quarto capitolo della serie ha visto trionfare i favoriti, che raccolgono per il quarto anno di fila il pass per le Final Four (in programma a Belgrado 18 e 20 maggio). 

Il racconto della partita sembra potersi fermare ai primi due quarti, nei quali le percentuali degli ospiti sono stratosferiche (68% da due punti, 50% da tre) e la difesa manda in confusione l’attacco avversario. Poi c'è la coppia Melli-Guduric a fare il resto, mettendo insieme 20 dei 48 punti di squadra. A far la differenza la profondità del roster di coach Obradovic: i giocatori entrati dalla panchina realizzano la bellezza di 50 dei 92 punti complessivi e per il Baskonia è notte fonda. Da sottolineare la prova di Kalinic, che, schierato da ala piccola sfrutta il suo vantaggio spalle a canestro contro il diretto avversario (Janning o Garino) e segna anche da oltre l’arco (13 punti totali). 

Più in generale il Fener difende bene il perimetro (i padroni di casa tirano 2/7 da tre nei primi due quarti), anche se concede qualche penetrazione di troppo ai piccoli (Huertas e Beaubois su tutti). Sembra essere una partita chiusa virtualmente già ad inizio terzo periodo (Fener avanti di 20), ma il Baskonia dà pepe alla sfida tentando un’incredibile rimonta: il 15-1 di parziale, propiziato da un Voigtmann in stato di grazia al tiro - incredibile la bomba scoccata cadendo all’indietro sulla sirena dei 24" - e da una buona zona 1-3-1 in difesa, mette in seria difficoltà gli ospiti, riportando i padroni di casa a -8. Ma è solo un’illusione perché a questo punto è Sloukas a rubare la scena a tutti, dispensando assist a ripetizione (saranno 8 a referto per lui). Il Baskonia non ha armi per ritornare di nuovo nel match, anche perché il suo uomo chiave, Shengelia, non è nella serata migliore così come Timma. Per il primo 11 punti totali, anche se molti segnati a match già virtualmente chiuso; per il secondo serata da dimenticare con 0 punti messi a segno. Dunque se già era difficile alla vigilia pensare di battere per la seconda volta questo Fenerbahce, ancora più difficile è risultata l’impresa vista la partita mal giocata dai due giocatori chiave sopra citati. Non si può pero dire che il Baskonia non abbia lottato: semplicemente aveva di fronte una squadra superiore per talento e per profondità. Ora sarà Fenerbahce - Zalgiris alle Final Four: una sfida da leccarsi i baffi.
Gli Autogol su IS
Iscrivi alla NewsLetter!
Sei una promessa dello sport e nessuno lo sa?

Ti chiamano "fenomeno" ma nessuno ti intervista?

Raccontaci la tua storia, lo faremo noi!
Seguici su...
Ricerca
Facebook
Le foto presenti su "intervistasportiva.com" sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo a redazione@intervistasportiva.com e provvederemo prontamente alla rimozione.
The pictures on "intervistasportiva.com" are taken in part from the web, and thus considered to be public. If the subjects or the authors disagree with the publication. They can report that to redazione@intervistasportiva.com. We will promptly remove them.


Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.