9 Aprile 2014 di Lorenza PaolucciTennis

Impresa azzurra: ora semifinale a casa Federer

Dopo 16 anni l'Italdavis torna in semifinale. Sconfitta la Gran Bretagna di Andy Murray, ci attende la Svizzera di Federer e Wawrinka
Picture
Foto tratta da www.olimpiazzurra.com
Quando a febbraio gli azzurri della Coppa Davis avevano espugnato Mar del Plata, superando l'Argentina, sapevamo che la sfida in casa contro la Gran Bretagna di Andy Murray, sarebbe stata una ghiotta occasione per tornare tra le prime quattro nazioni del mondo, a sedici anni dall'ultima volta.  "Loro hanno solo Murray" si diceva e di fatti è così, ma si parla del campione di Wimbledon, della medaglia d'oro alle olimpiadi di Londra e dell'ex n.2 del mondo. Si era coscienti che non sarebbe stato facile, ma sulla nostra superficie e con un doppio tra i migliori del circuito potevamo spuntarla pur cedendo i due punti allo scozzese. Le cose invece sono andate diversamente dai pronostici, perché nello sport non si vince sulla carta ma sul campo. Il doppio di sabato aveva deluso, Fabio Fognini e Simone Bolelli regalano i primi due set a Murray e Fleming, provano ad accorciare trascinandosi fino a servire per il due pari, ma gli inglesi ci giustiziano. E' vantaggio per i nostri avversari, dopo che la prima giornata si era chiusa in perfetta parità con la vittoria di un Fognini dolorante contro Ward e la sconfitta di un ottimo Seppi contro Murray. Perso il punto in doppio sembrava finita, perché il match di sabato rappresentava l'ago della bilancia, pendente ora pericolosamente dalla parte dei tennisti d'oltremanica. 

FOGNINI, PER L'ITALIA OLTRE IL DOLORE - Serviva l'impresa contro il campione di Wimbledon e lo si chiedeva al nostro numero uno, Fabio Fognini. Sapevamo che il ligure avrebbe potuto fare lo sgambetto ad Andy, perché sulla terra battuta lui è tra i migliori  al mondo e lo scozzese si sa ama il veloce. A dire il vero però a crederci erano in pochi, soprattutto perché l'azzurro era apparso fisicamente non al top. Invece Fabio ha giocato forse la miglior partita della sua carriera, annichilendo Murray addirittura in tre set. Ha lottato contro un forte dolore al costato che lo aveva messo in dubbio per la sfida di Napoli, ma per amore della maglia azzurra ha stretto i denti. Ha vinto il primo  importantissimo singolare, pur giocando male,  ed ha sbagliato troppo nel doppio con Bolelli. Nella sfida più difficile però non si è nascosto, "ci ha messo la faccia" come dice lui, ed ha tirato fuori la più grande prestazione, nel momento più importante, per riconsegnarci una storia che l'Italia del tennis meritava da tanto.

SEPPI, DA FIGLIOL PRODIGO A UOMO DECISIVO - Ma sul 2  pari dopo la vittoria di Fognini con Murray non è finita. Tocca ad Andreas Seppi fare il suo dovere, regalarci il punto decisivo, proprio lui che con la Davis aveva sempre avuto un rapporto di amore ed odio, da quando nel 2010 chiese di prendersi un anno sabbatico dall'azzurro. Ed invece Andreas, già bravissimo ma troppo sprecone contro Murray, regola Ward in tre set e ci regala una semifinale che attendevamo da sedici lunghi anni, dimostrando che se vuole sa essere un giocatore di personalità anche in Davis.

E' LA VITTORIA DEL GRUPPO, CHE CI PORTA A CASA FEDERER - Ma dietro l'exploit dei singoli c'è la vittoria di un gruppo forte ed affiatato che Capitan Barazzutti ha saputo costruire negli anni, affrontando spesso critiche anche esagerate. La semifinale si giocherà a settembre a casa di Federer e Wawrinka, e non c'è bisogno di spiegare perchè appare una missione impossibile. Ma sognare è lecito, ora che l'Italtennis maschile è tornata tra le grandi.
Gli Autogol su IS
Iscrivi alla NewsLetter!
Sei una promessa dello sport e nessuno lo sa?

Ti chiamano "fenomeno" ma nessuno ti intervista?

Raccontaci la tua storia, lo faremo noi!
Seguici su...
Ricerca
Facebook
Le foto presenti su "intervistasportiva.com" sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo a redazione@intervistasportiva.com e provvederemo prontamente alla rimozione.
The pictures on "intervistasportiva.com" are taken in part from the web, and thus considered to be public. If the subjects or the authors disagree with the publication. They can report that to redazione@intervistasportiva.com. We will promptly remove them.


Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.