12 Luglio 2013 di Lorenzo PardiniNuoto

Pizzetti a IS: "Anziani? Non vogliamo farci da parte"

IS intervista uno dei più esperti e vincenti nuotatori di mezzofondo italiano, in forza alla Nuotatori Milanesi e al Centro Sp.vo Carabinieri: "Emozione per i miei terzi Mondiali consecutivi"
Picture
Foto Lapresse / Gian Mattia D'Alberto
La toxoplasmosi dell'anno scorso e l'ascesa dei "nuovi" mezzofondisti Paltrinieri e Detti sembravano aver messo in crisi il veterano. Ma Samuel Pizzetti, ventiseienne lodigiano in forza alla società Nuotatori Milanesi e parte del Centro Sp.vo Carabinieri, due argenti europei nei 400 e 800 stile libero, non ne vuole saperne di farsi da parte e si è ripreso da vero protagonista la scena dei 400 stile. Il nuotatore di Casalpusterlengo, infatti, agli ultimi Assoluti primaverili di Riccione ha vinto i 400 stile in 3'48''44. Puntualmente lunedì 8 luglio è arrivata la convocazione ufficiale per i Mondiali di Barcellona (dal 28 al 4 agosto prossimi) e altrettanto puntualmente noi lo abbiamo intervistato.

Samuel ti senti emozionato nonostante sia arrivato al terzo Mondiale consecutivo?
"Molto. Ogni chiamata con la Nazionale per me è sempre un grande onore. Questa stagione i tempi sono stati abbastanza stretti, ma sono riuscito a guadagnarmi il posto".

Che gare farai in Catalogna?
"Per questa rassegna iridata ho deciso di puntare tutto sui 400 stile libero. Il mio traguardo iniziale è la finale. Il mio obiettivo è di abbassare il 3'47''12 dei Mondiali di Shanghai di due anni fa. Lì mancai la finale per pochi centesimi. Inoltre potrei far parte anche della staffetta 4x200 stile. Siamo in ballo io ed altri. Guarderanno i tempi che faremo nei 400 e li tireranno le somme".

Il podio nei 400 stile ti sembra un'utopia?
"C'è la posso fare. Io e il mio allenatore Ginter analizzando le gare di questi anni, abbiamo visto che con un 3'44''00 puoi prendere la medaglia. Non è un tempo irraggiungibile e i passaggi in allenamento fanno ben sperare".

Come spieghi il flop del nuoto azzurro dello scorso anno alle Olimpiadi di Londra?
"Secondo me è stato un problema di calendario. Ci sono stati troppi eventi, uno dietro all'altro. In più fino all'ultimo, a parte pochi, non si sapeva chi sarebbe stato convocato. Tutti queste cose hanno portato al disastro d'Oltremanica. Questa stagione, a parte i Giochi del Mediterraneo, ci siamo sempre allenati con l'obiettivo del Mondiale. Devo dire che comunque siamo in ripresa e abbiamo un vivaio che fa ben sperare. Inoltre io, Marin e gli altri 'anziani' che siamo ai vertici da anni, non ci vogliamo ancora fare da parte. Possiamo ancora esprimerci al meglio e migliorare".

Nuoterai ancora gli 800 e i 1500 stile libero?
"Gli 800 stile li riprenderò il prossimo anno. Per i 1500 stile non lo so ancora. Devo parlarne con il mio allenatore e decidere".

A marzo sei tornato a Milano dopo la parentesi di Ostia. Sei ancora convinto della tua scelta?
"Ogni giorno che passa, sono sempre più felice di questa decisione. Qui ho la mia società (Nuotatori Milanesi) e tutto il mio staff che seguono quotidianamente solo me. A Milano le piscine saranno anche carenti, ma in un modo o nell'altro riusciamo a compensare".
Gli Autogol su IS
Iscrivi alla NewsLetter!
Sei una promessa dello sport e nessuno lo sa?

Ti chiamano "fenomeno" ma nessuno ti intervista?

Raccontaci la tua storia, lo faremo noi!
Seguici su...
Ricerca
Facebook
Le foto presenti su "intervistasportiva.com" sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo a redazione@intervistasportiva.com e provvederemo prontamente alla rimozione.
The pictures on "intervistasportiva.com" are taken in part from the web, and thus considered to be public. If the subjects or the authors disagree with the publication. They can report that to redazione@intervistasportiva.com. We will promptly remove them.


Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.