12 Settembre 2012NFL

NFL: cosa che ci ha insegnato il Week 1

Giants in difficoltà, sconfitti dai Cowboys. Griffin meglio di Luck. I Saints senza Payton e la gran prova dei Jets. Questo e molto altro nel racconto del primo weekend di Nfl
Picture
Foto tratta da www.sportsworldreport.com / Reuters
Si è conclusa con la vittoria dei San Diego Chargers sugli Oakland Raiders di Lunedì notte la prima giornata della regular season NFL 2012: una giornata ricca di spunti di  riflessione, che potrebbe già avere lanciato segnali importanti per il prosieguo del campionato. Entriamo nei dettagli, e vediamo cosa abbiamo capito dopo queste prime 16 partite.

NEW YORK GIANTS: TROUBLE IN PARADISE - L’opening game di Mercoledì al MetLife Stadium ha confermato i dubbi che alcuni addetti ai lavori avevano sulla formazione che ha vinto per ultima il Super Bowl. Senza Terrell Thomas e Prince Amukamara infortunati, e con la loro riserva Michael Coe che ha lasciato il campo a metà partita per un problema al ginocchio, la secondaria dei Giants ha faticato in maniera tremenda contro i passaggi di Tony Romo, venendo sconfitta dai Dallas Cowboys per 24-17. Se non si risolve al più presto questo problema, la pass rush più forte della lega potrebbe non bastare per mandare i Big Blue ai playoff.

RGIII PER ORA MEGLIO DI LUCK – I due quarterback scelti rispettivamente con la seconda e prima scelta assoluta dell’ultimo draft hanno avuto, in questa prima giornata, destini quasi diametralmente opposti. Andrew Luck non ha brillato contro i Chicago Bears, forse emozionato per la sua prima partita ufficiale da pro, ma anche non aiutato per nulla dalla sua linea d’attacco, che l’ha protetto poco o niente. Il risultato: 23-45, 309 yard con 1 TD e 3 intercetti, nella sconfitta di Indy per 21-41. Robert Griffin III, invece, ha prodotto una partita storica nel suo debutto NFL, portando i Washington Redskins alla vittoria 40-32 nel Superdome di New Orleans, stadio inespugnabile se ce n’è uno.  Il suo primo TD pass è stato di 88 yard, e da lì in poi la difesa di New Orleans non è riuscita ad avere alcuna risposta per l’ex Baylor Bears. Sembra quasi che nella Capitale abbiano fatto bene a dare tutte quelle scelte del draft ai Rams, ma attenzione: Griffin deve ancora fare i conti con una buona pass rush. Se supererà anche quella prova, saranno altri problemi per i Giants, che si trovano nella stessa division degli ‘Skins.

NEW ORLEANS: NO PAYTON, NO PARTY – Passando alla squadra sconfitta nel match del SuperDome, i Saints, privati di Jonathan Vilma e Will Smith (non quello dei film) in difesa per le conseguenze dello scandalo taglie, e senza l’head coach Sean Payton, anche lui squalificato per questo motivo - negli USA sono seri anche per quanto riguarda le squalifiche: Payton per tutta la stagione non potrà neanche entrare in contatto con personale NFL, figuriamoci ovviamente avvicinarsi al campo di allenamento - hanno sfoderato una prestazione dimenticabile, senza sembrare mai in grado di mettere in difficoltà i Redskins. Certo, 32 punti li hanno fatti (Drew Brees è pur sempre Drew Brees), ma anche loro hanno qualcosa da rivedere per il futuro.

I NEW YORK JETS CI HANNO PRESI IN GIRO –Non c’è nessun altro modo per interpretare la prestazione domenicale dei Jets. Una squadra che in preseason ha mostrato uno degli attacchi più anemici degli ultimi anni va a Buffalo e mette a segno il miglior opening game offensivo della sua storia con 48 (!) punti, o dimostra che Rex Ryan è geniale e ha previsto tutto, oppure dimostra, se non lo sapessimo già, che la preseason conta assolutamente zero. Se Mark Sanchez continua a giocare così, mi sa che il povero Tim Tebow, giocatore più nominato a Sportscenter nell’ultima estate, sarà sempre più relegato a un ruolo di panchina.

ALTRE GRANDI PRESTAZIONI - Nel Sunday Night game, Peyton Manning ha dimostrato di non essersene mai andato dall’Elite NFL nonostante l’infortunio che l’ha tenuto lontano dai campi per tutta la scorsa stagione, e ha portato i suoi Broncos alla vittoria contro Big Ben Roethlisberger e gli Steelers. Nell’altro Big Game della giornata, invece, quello tra San Francisco 49ers e Green Bay PackersDavid Akers ha pareggiato il record di field goal più lungo della storia NFL (63 Yard) e ha contribuito a una vittoria dei Niners che conferma i presagi degli esperti su San Fran come possibile Super Bowl Contender.
Gli Autogol su IS
Iscrivi alla NewsLetter!
Sei una promessa dello sport e nessuno lo sa?

Ti chiamano "fenomeno" ma nessuno ti intervista?

Raccontaci la tua storia, lo faremo noi!
Seguici su...
Ricerca
Facebook
Le foto presenti su "intervistasportiva.com" sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo a redazione@intervistasportiva.com e provvederemo prontamente alla rimozione.
The pictures on "intervistasportiva.com" are taken in part from the web, and thus considered to be public. If the subjects or the authors disagree with the publication. They can report that to redazione@intervistasportiva.com. We will promptly remove them.


Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.