1 Novembre 2012MotoGp

MotoGp: tutto finito, Lorenzo è ancora campione

In Australia vince Stoner, che saluta tutti con un successo. Complimenti al campionato di Pedrosa, ma Lorenzo è sempre stato e sarà ancora l'uomo da battere
Picture
Foto tratta da www.autoevolution.com
Era lui il favorito e non ha disatteso le aspettative. Jorge Lorenzo a Phillip Island si è laureato campione del mondo della MotoGP 2012. Per il majorchino è il secondo titolo nella classe regina, quarto iridato nella sua carriera (considerando due mondiali in 250cc). Gli sarebbe bastato arrivare al traguardo per gestire comunque il suo vantaggio su Pedrosa e vedere slittare a Valencia – ultima tappa della MotoGP – la sempre più probabile festa per il titolo. Ma uno scivolone al secondo giro del suo diretto rivale gli ha spianato la strada verso il successo. Una passeggiata dunque (si fa per dire), tra i cordoli del circuito australiano, prima di tagliare il traguardo – dietro a Stoner – su una sola ruota. Poi il giro d'onore, con tanto di bandiera spagnola sventolata con orgoglio. Il podio e la festa. È un successo meritato quello di Lorenzo, bravo a gestire il vantaggio accumulato in classifica nel corso della prima parte della stagione. Non era facile difendersi dagli attacchi di un avversario che non ha mai mollato. Ha dunque vinto anche grazie all'esperienza e alla maturità, il majorchino. Il talento, da solo, spesso non basta. Soprattutto per diventare campioni del mondo.

NON VINCE, MA CHE STAGIONE – Vedere Pedrosa che scivola, buttando via ogni speranza di riaprire il mondiale, e torna ai box nemmeno troppo rammaricato è una delle immagini più belle di questo motomondiale. Un pizzico di dispiacere sul suo viso c'era, ma poi si è presentato ai microfoni dicendosi contento per quanto fatto durante tutta la stagione; la sua migliore in assoluto. E devi avere davvero una grande personalità (per non dire altro) per lasciarti alle spalle un mondiale perso (o meglio, non vinto) e goderti il tuo miglior momento della carriera. Dani ha così dato dimostrazione, qualora ce ne fosse ancora bisogno, di essere un campione anche a moto spenta. Lorenzo e Rossi – che comporranno il team Yamaha nel 2013 – sono dunque avvisati: il prossimo campionato sarà davvero tosto (per la felicità di un pubblico sempre più annoiato). Intanto a Valencia si correrà l'ultimo GP del 2012 e il candidato numero uno alla vittoria sembra essere proprio lo spagnolo del Team Honda; servirebbe a poco o nulla, ma una vittoria è sempre una vittoria, soprattutto in casa.

TRIONFA E SALUTA IL PUBBLICO – Capitolo mondiale a parte, quello di Phillip Island è stato il Gran Premio di Casey Stoner. L'australiano ha dominato in tutto il week end, facendo registrare tempi da paura nelle prove e stravincendo la gara domenica – sesta vittoria consecutiva sul circuito australiano. Ha salutato, come sperava di fare, nel migliore dei modi il suo pubblico: Casey non ci ha ripensato, abbandonerà il mondo delle corse una volta finito il mondiale – tra pochi giorni a Valencia. Per la MotoGP sarà una perdita non da niente. Stoner è uno dei piloti più talentuosi dell'attuale panorama mondiale, ma la sua decisione sembra definitiva. Nella migliore delle ipotesi il canguro potrebbe correre come Wild Card nel corso della prossima stagione, ma si tratta appunto solo di un'ipotesi.

La MotoGP farà il suo ritorno per l'ultimo round di una stagione di fatto già conclusa il prossimo 11 Novembre a Valencia.
Gli Autogol su IS
Iscrivi alla NewsLetter!
Sei una promessa dello sport e nessuno lo sa?

Ti chiamano "fenomeno" ma nessuno ti intervista?

Raccontaci la tua storia, lo faremo noi!
Seguici su...
Ricerca
Facebook
Le foto presenti su "intervistasportiva.com" sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo a redazione@intervistasportiva.com e provvederemo prontamente alla rimozione.
The pictures on "intervistasportiva.com" are taken in part from the web, and thus considered to be public. If the subjects or the authors disagree with the publication. They can report that to redazione@intervistasportiva.com. We will promptly remove them.


Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.