10 Luglio 2014 di Andrea MauriCiclismo

Nibali doma il pavè

Succede di tutto nella quinta tappa del Tour de France, vinta da Lars Boom. Dal ritiro di Froome, alla superba prova del nostro Vincenzo Nibali, al ritardo accusato da Contador. Deludono Sagan e Cancellara.
Picture
Nibali al traguardo, foto tratta da it.eurosport.yahoo.com
Succede di tutto nella quinta tappa del Tour de France, quella caratterizzata da dei tratti in pavè, che viene vinta da  Lars Boom. Dal ritiro di Froome, alla superba prova del nostro Vincenzo Nibali che rifila 2'30” al principale avversario, Alberto Contador, confermando la maglia gialla guadagnata alla seconda tappa. Deludono Sagan, ennesimo piazzamento in questo Tour, e Cancellara che, complice una caduta, non è riuscito a lasciare il segno.

I FATTI- La pioggia complica il compito dei ciclisti nella mini-Roubaix e miete vittime sin dai primi chilometri: la più importante è Chris Froome. Il favorito numero uno della Gran Boucle è infatti risalito in ammiraglia ritirandosi dalla corsa dopo esser stato vittima di due cadute, l'ultima a 70 chilometri dal traguardo la quale potrebbe avergli procurato una frattura al polso destro già infortunato in precedenza nella quarta tappa. Ora sarà il tasmaniano Richie Porte a fare le veci del keniano bianco nel Team Sky, in una stagione costellata dagli infortuni per i corridori della squadra britannica (Henao ha saltato il Giro e lo stesso Froome si era fatto male in primavera, ndr). Oltre al ritiro del dententore del Tour, nella frazione si è distinto il nostro Vincenzo Nibali e la sua squadra,  l'Astana, che in maglia gialla ha fornito una prova maiuscola nei tratti in pavè. Grazie alle sue capacità di passista-scalatore, alla sua abilità di guida della bicicletta ed a una condotta di gara eccellente, lo squalo dello stretto è riuscito a fare la differenza nei tratti in pavè, che sono stati tutti presi in testa al gruppo in modo da evitare eventuali buchi. Anzi, sfruttando proprio un buco è riuscito a distanziare degli specialisti come Cancellara e Sagan, portandosi dietro solo Lars Boom che poi è riuscito a trionfare nella tappa relegando Nibali e il suo gregario Fuglsang rispettivamente al terzo e al secondo posto. Per un Nibali che si è scoperto essere un'ottimo pavearo, c'è un Contador che ha mostrato tutti i suoi limiti sulle pietre. Lo spagnolo è rimasto vittima di un buco a centro gruppo nel secondo settore di pavè che gli ha fatto perdere terreno nei confronti di Nibali. Il distacco poi è solo aumentato fino a toccare i 2'30” al traguardo. Ora lo spettacolo sulle montagne francesi è assicurato, perchè con Contador staccato di quasi tre minuti fioccheranno gli attacchi appena la strada inizia a salire e Nibali dovrà far di tutto per restare a ruota del campione spagnolo. Nella stessa situazione di Contador si trovano il suo connazionale Valverde e gli americani Talansky, vincitore del Delfinato, e Van Garderen che dovranno recuperare terreno a Nibali sulle montagne per mantenere vivo il sogno di arrivare in giallo a sugli Champs Elysees il 27 luglio. 

CURIOSITA' - Una curiosità degna di nota riguarda lo speciale reggisella montato da Nibali. Infatti il reggisella fornito dalla FSA è regolabile, in modo che il ciclista lo possa regolare in base alla pendenza del percorso. Questo fatto può risultare determinante poiché l'altezza della sella influisce sulla potenza che si riesce ad imprimere alla bicicletta. In salita, infatti, è utile avere la sella più in alto in modo da sfruttare meglio le leve, imprimendo maggior forza alla pedalata. Al contrario, in discesa è più conveniente tenere una sella bassa, in modo da pedalare più velocemente.
Che sia un motivo della stupefacente prestazione di Nibali ieri?

Gli Autogol su IS
Iscrivi alla NewsLetter!
Sei una promessa dello sport e nessuno lo sa?

Ti chiamano "fenomeno" ma nessuno ti intervista?

Raccontaci la tua storia, lo faremo noi!
Seguici su...
Ricerca
Facebook
Le foto presenti su "intervistasportiva.com" sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo a redazione@intervistasportiva.com e provvederemo prontamente alla rimozione.
The pictures on "intervistasportiva.com" are taken in part from the web, and thus considered to be public. If the subjects or the authors disagree with the publication. They can report that to redazione@intervistasportiva.com. We will promptly remove them.


Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.